Moduli Operativi

L’attività di Emergenza viene organizzata attraverso l’utilizzo di Moduli Operativi da impiegarsi singolarmente o congiuntamente a seconda dello scenario d’impiego.

I Moduli Operativi rappresentano l’organizzazione statica della risposta alle emergenze della CRI, ovvero la struttura pronta a essere attivata in qualsiasi momento al verificarsi di un evento.

In emergenza dichiarata, durante l’evento, si parlerà di Dispositivi di Intervento, ovvero più Moduli Operativi attivati e dinamici ai fini di risolvere problemi specifici e contingenti. Per questi ultimi, si rimanda alla prossima revisione del presente documento.

I Moduli Operativi di cui dispone il Comitato Sabatino sono i seguenti:

SIGLA

NOME MODULO

SAP

SQUADRA A PIEDI

ABZ

AMBULANZE

PPS

POSTO PRIMO SOCCORSO

Per ciascun Modulo Operativo viene nominato un Caposquadra con il compito di garantire l’operatività tecnica del Modulo in ogni tempo, allo stesso spetta l’attivazione della squadra dietro direttiva della S.O.L.

A seconda dello scenario operativo, l’attività di risposta alle emergenze dovrà esplicarsi con:

  • attivazione immediata: i Moduli dovranno essere operativi entro un’ora in sede;
  • attivazione ordinaria: i Moduli dovranno essere operativi entro tre ore in sede;
  • attivazione differita: i Moduli dovranno essere operativi entro sei ore in sede;
  • attivazione programmata: nell’attività di supporto sanitario preventivo di massa (grandi eventi).

I Moduli Operativi del Comitato Sabatino, oltre a garantire l’intervento in emergenza sul territorio locale, sono di supporto alla S.O.P., Sala Operativa Provinciale, per emergenze provinciali.

La turnazione del personale viene garantita dalla S.O.L., Sala Operativa Locale.

     

 

   

 

(1520)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *